L’obiettivo del trader di successo è quello di fare il miglior “trade” (operazione). Il denaro è secondario

Trading online

Come utilizzare lo Stop loss nel Trading online

Sono molti i trader che nelle loro operazioni utilizzano lo stop loss e il take profit per evitare maggiori rischi nelle proprie operazioni.

Lo stop loss e il take profit sicuramente servono a chiudere una posizione aperta, ma ognuno ha la sua specifica funzione, per cui sono molto diversa fra loro.

Entrambe le tipologie di ordine fanno parte di una strategia per la corretta gestione del rischio e sono in grado di “garantire” dei potenziali guadagni per ogni operazione.

Gli stop loss solitamente sono utilizzati da un’alta percentuale di trader, mentre i trader che utilizzano il take profit sono minori, sebbene utilizzandolo si possono evitare tantissimi problemi, evitando di lasciarsi sfuggire un trade interessante, non assicurandosi prontamente un guadagno.

Di sicuro possiamo dire che tutto dipende dal broker con il quale scegliere di investire.

Infatti adottare la strategia di stop loss con il broker di trading sbagliato è praticamente inutile.

Sarà meglio avere un conto di trading che sia funzionante per applicare queste due “strategie”, o meglio, strumenti di trading.

L’importanza di stop loss e take profit

Di sicuro l’utilizzo dello stop loss aiuta a limitare le perdite, quando su un grafico siamo su un livello di profitto.

Detto più semplicemente aiuta i trader ad evitare di prendere decisioni emotive durante le operazioni eseguite in tempo reale.

La psicologia del trading infatti gioca un ruolo davvero molto importante quando si opera nei mercati finanziari, la paura e l’avidità potrebbero coinvolgervi da un momento all’altro.

Ci sono trader che si basano soltanto sulla strategia di perdita e guadagno, senza pensare che evitare le perdite ed assicurarsi i trade vincenti potrebbe essere la strategia migliore da applicare.

Di sicuro le negoziazioni vincenti hanno delle probabilità più basse di diventare perdenti.

Nel trading gli stop loss sono importanti anche per quanto riguarda la volatilità.

Il mercato Forex come quello azionario, delle materie prime o delle criptovalute è molto volatili, per qui possono verificarsi eventi improvvisi a causa di notizie o eventi dell’ultimo minuto.

Questo potrebbe causare anche delle gravi perdite.

Come gestire gli Stop-loss finanziari

Quando parliamo di stop loss, si tratta di unì’operazione che viene bloccata prima del suo termine, per evitare di esaurire il proprio budget finanziario.

Se impostate uno stop loss pari al 10% della cifra che avete investito, se per esempio le azioni Amazon scendono del 10%, la vostra operazione di chiuderà automaticamente per evitare che perdiate altro denaro.

I livelli di stop loss molto spesso dovrebbero essere calcolati mentre si sta preparando un trade, costituiscono proprio una parte fondamentale della vostra strategia di gestione del denaro.

Ma non si tratta solo di strategia di gestione del denaro, si tratta anche di una strategia del rischio di un trader.

Di sicuro è bene analizzare due fattori:

Il primo fattore è sicuramente il rischio a cui ogni conto di trading si sottopone, che secondo il nostro parere dovrebbe essere pari al 2% circa del valore che ha un account per non comportare gravi danni;
Il secondo fattore è che lo stop loss debba essere relativo ai potenziali guadagni, per cui deve essere relativo anche al livello di take profit. Possiamo dire che il rischio di perdite su ciascuna operazione che scegliere di avviare, non dovrà mai essere più grande dei vostri potenziali guadagni.

Cosa sono le Perdite di arresto tecniche

Alcuni trader scelgono di utilizzare dei livelli tecnici di stop loss per proteggere i propri conti di trading.
Questi livelli riescono a favorire i “trader swing” che hanno posizioni “long time” e fanno si che il trade abbia modo di “avere più aria”.

Il motivo per cui gli arresti vengono definiti tecnici è perché si trovano su livelli particolari, vengono collocati praticamente su livello che mostrano il fallimento del loro commercio.

Spesso si trovano sopra o sotto un livello:

  1. di supporto o resistenza;
  2. livello pivot o dell’onda Elliot in un grafico dei prezzi.

Anche se gli stop loss tecnici possono offrire più flessibilità ai trader, di solito sono impiegati dove si prevede che un profitto potenziale possa superare una perdita rappresentata proprio da questi stop loss.